Post in evidenza

IL PRETESTO CLIMATICO

Il pretesto climatico 1/3   L’ecologia di guerra (1970-1982)   di Thierry Meyssan Il Presidente Gerald Ford, il Segret...

mercoledì 15 maggio 2019

“LE ONDATE DI FREDDO NON SONO CAUSATE DAL RISCALDAMENTO GLOBALE” – DEL DR. JAY LEHR E TOM HARRIS

Di Capp Allon – 14 Maggio 2019



Il raffreddamento globale e il socialismo totalitario globale sono le catastrofi che dovremmo temere di più. 
Del Dr. JAY LEHR e TOM HARRIS

Cosa hanno in comune ondate di calore, inondazioni, siccità, innalzamento del livello del mare, incendi boschivi, uragani, guerre africane, estinzioni di massa, epidemie, malattie, migrazioni umane, animali dal Sud America e dal Medio Oriente?
Secondo gli attivisti del clima, sono tutti causati dal pericoloso riscaldamento globale causato dall’uomo. E questo, a sua volta, è presumibilmente causato dall’innalzamento dei livelli di anidride carbonica (CO2) derivanti dal nostro uso di combustibili fossili.

Alla lista potrebbero anche aggiungersi invasioni aliene, perché sono tutte sciocchezze. In effetti, l’industria del terrore ha raggiunto un tale livello di assurdità che, il 1 febbraio, il giornalista Andrew Revkin ha riportato in un articolo del National Geographic che “molte storie negli ultimi giorni hanno evidenziato studi che concludono che il riscaldamento globale sta aumentando le probabilità di [tempo] freddo.

(Mentre ci addentriamo nel regno dell’assurdo, tuttavia, non dimentichiamo che, nel 2011, gli scienziati della NASA’s Planetary Science Division e della Penn State University di Michael Mann hanno presentato un rapporto che ipotizza che gli ambientalisti extraterrestri potrebbero essere così sconvolti del nostro pianeta così inquinato, sistema che cambia il clima, che potrebbero vedere gli umani come una minaccia per l’intero ecosistema intergalattico e decidere di distruggere l’umanità!)

Tra le più assurde delle recenti dichiarazioni di allarme climatico, quella che ha attribuito recenti ondate di freddo al riscaldamento globale provocato dall’uomo proviene dal Professore emerito dell’Università dell’ambiente del Michigan, Donald Scavia, che ha affermato:  

“In passato c’era un forte gradiente di aria fredda ai poli e aria più calda a sud dei poli. Quella sfumatura ha mantenuto il freddo in loco … Mentre i poli si stanno riscaldando più velocemente rispetto al resto del pianeta, il gradiente si indebolisce, permettendo alle correnti di aria fredda di abbassarsi verso sud.”

Il Dr. Tim Ball, consulente ambientale ed ex Professore di climatologia all’Università di Winnipeg in Manitoba, ha affermato che la dichiarazione di Scavia “è una vera e propria spazzatura”. Ball ha spiegato: “La sua teoria è errata in ogni suo aspetto, dall’assunzione di base all’interpretazione. In effetti, il gradiente fa muovere le masse d’aria. Non ‘mantiene il freddo dov’è.'”

È anche un errore pensare che, se la CO2 prodotta dall’uomo sta effettivamente causando il riscaldamento globale, i poli non si scaldano per primi. “Non ci sono prove di ciò; stanno solo supponendo che sia così”, ha sottolineato il Dr. Ball.

E, se i poli si dovessero riscaldare per primi, spiega Ball, la ridotta differenza di temperatura tra i poli e le regioni a latitudini inferiori questi ridurrebbero gli eventi meteorologici estremi, certo non la propria intensificazione, come sostengono gli allarmisti del clima. Dopo tutto, gli eventi meteorologici e climatici estremi sono guidati dal gradiente di temperatura tra le diverse latitudini. Un artico in riscaldamento comporterebbe focolai di freddo meno intensi e una minore intrusione di aria fredda artica che si scontra con aria umida calda nelle regioni più temperate. Gli allarmisti del clima risultano arretrati con la loro scienza.

Il Dr. Ball ha notato che la vera causa delle gravi ondate di freddo negli Stati Uniti è un Jet Stream molto ondulato.

La corrente a getto è una corrente di forti venti che fluiscono rapidamente intorno al pianeta da ovest verso est a circa 10 km di altitudine. La corrente a getto divide le masse d’aria calda, che si trovano tipicamente alle basse latitudini verso i tropici, dalle masse d’aria fredda, che si trovano solitamente alle alte latitudini vicino ai poli.

Tuttavia, una corrente a getto molto ondulata, come la stiamo vivendo attualmente (e molte volte in passato), consente all’aria gelida artica di dirigersi verso sud a latitudini normalmente più calde e aria tropicale calda spingersi verso le latitudini polari. Il risultato è un aumento degli eventi meteorologici estremi, compresi soventi focolai di freddo negli Stati Uniti. Questo non ha nulla a che vedere con il riscaldamento globale. In realtà, la causa più comune di un flusso molto ondulato del Jet Stream è verso un raffreddamento globale. La storia mostra che il maltempo aumenta con il pianeta in raffreddamento, e non viceversa.

Per quanto riguarda le paure di più fredde epidemie dovute al riscaldamento globale, Ball ha riso, “Stanno dicendo di tutto!”

Chiaramente, non c’è fine agli inganni che la lobby climatica dirà al pubblico per privare il mondo di energia affidabile, economica e basata sui combustibili fossili, il fondamento dei moderni standard di vita. Forse il più grande inganno di tutti è ciò che i veri scienziati chiamano cherry picking – mettere in evidenza i dati che avanzano la loro teoria e il loro programma, ignorando i dati che non supportano la loro politica.

Il grafico seguente spiega come lo fanno:






La tendenza generale dei dati è ovvia: con la variabile “A” che diminuisce, la variabile “B” aumenta. Ma se si sceglie solo una piccola parte dei dati (o solo pochi anni su 100 o 1.000), si può dichiarare che la tendenza è tutto ciò che si desidera – incluso avere “A” che rimane uguale a “B” in aumento, e anche aumentare “A” mentre “B” aumenta.

Questo è il gioco di prestigio usato dagli allarmisti del riscaldamento globale che vogliono un pubblico che creda che bruciare combustibili fossili e aumentare l’anidride carbonica in atmosfera debba essere fermato a tutti i costi. Vogliono governare la nazione e il mondo con il vento, l’energia solare molto costosi, inopportuni e inaffidabili. Ignorano il fatto che tali energie devono essere totalmente sostenute da fonti di energia affidabili come il combustibile fossile o il nucleare per impedire il collasso della rete. È stato calcolato che, se il Midwest fosse dipendente solo dal vento e dall’energia solare, almeno un milione di persone sarebbero morte di ipotermia durante il recente periodo di freddo a – 50 gradi.

Come dimostrato dal Climate Change Reconsidered II: Fossil Fuels, l’ultimo rapporto del Panel internazionale non governativo sui cambiamenti climatici, l’impatto dei combustibili fossili (carbone, petrolio e gas naturale) è stato assolutamente positivo. Il riepilogo del rapporto per i responsabili delle politiche afferma:
“I combustibili fossili hanno giovato all’umanità rendendo possibile la prosperità che si è verificata dalla prima rivoluzione industriale …. I combustibili fossili alimentano anche le tecnologie che riducono l’impatto ambientale di una popolazione umana in crescita, risparmiando spazio alla fauna selvatica ….Quasi tutti gli impatti del consumo di combustibili fossili sul benessere umano sono netti positivi (benefici meno costi), prossimi allo zero (nessun vantaggio o costo netto), o sono semplicemente sconosciuti.”

Oltre ad innalzare gli standard di vita in tutto il mondo, l’uso di combustibili fossili ha contribuito ad elevare la CO2 nella nostra atmosfera da un livello pericolosamente vicino al punto in cui le piante iniziano a morire – a dove siamo oggi, con la Terra ancora una volta “ecologista”, come le colture, le foreste e le praterie crescono più velocemente e meglio.

La paura del riscaldamento globale non ha mai riguardato la scienza, o persino il clima. L’obiettivo a lungo termine di molti attivisti è quello di unire il mondo sotto un unico governo socialista in cui non ci sia capitalismo, democrazia e libertà. Dopo tutto, la libertà personale è alimentata in gran parte dall’accesso a energia a prezzi accessibili.

Un obiettivo intermedio dell’allarmismo climatico è quindi limitare la quantità di energia disponibile e metterla sotto stretto controllo governativo. I combustibili fossili economici restano un ostacolo alla loro visione, e quindi devono essere eliminati completamente, sostengono gli allarmisti del clima. Non dobbiamo permettere loro di avere successo.

Dr. Jay Lehr è il direttore scientifico di The Heartland Institute, che ha sede a Arlington Heights, Illinois.Tom Harris è direttore esecutivo della International Climate Science Coalition di Ottawa.

Grand Solar Minimum + Pole Shift

Traduzione: AttivitàSolare

Fonte: Electroverse


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

LinkWithin

Può interessarti anche